Covid. Andreoni (Simit): preoccupazione variante indiana, testare vaccini

“Non c’è dubbio che ci siano elementi di preoccupazione, perché la variante indiana è un’ulteriore dimostrazione di come il virus stia cambiando e continui a modificarsi. Quindi, non è un virus che si è ormai stabilizzato ma un virus che continua a modificare le proprie caratteristiche antigeniche. Questo preoccupa molto perché l’eventuale comparsa di una variante ‘immune escapè, cioè che sfugga …”. Così, ai microfoni dell’agenzia Dire, Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana malattie infettive (Simit)
Leggi l’articolo:
Studio 93
Covid. Andreoni (Simit): preoccupazione variante indiana, testare vaccini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *