Bonus di 15 crediti ECM nel triennio 2014 – 2016 a chi costruirà il “dossier formativo” e lo realizzerà almeno al 70%. I particolari.

ECM – COS’E’ IL DOSSIER FORMATIVO ?

https://www.ordinemedicilatina.it/ecm-cose-il-dossier-formativo/

ECM – Dossier Formativo 2014 -2016 – Cos’è e come compilarlo

https://www.ordinemedicilatina.it/ecm-dossier-formativo-2014-2016-cose-e-come-compilarlo/

 

Cresce la cultura dell’aggiornamento tra i medici italiani:  4 su 10 sono in pari con il debito formativo ECM,  che prevede il conseguimento di 150 crediti per triennio. All’ 8-10%  mancano solo pochi crediti.  A fare il punto è stato il Presidente della FNOMCeO, Amedeo Bianco, aprendo a Roma – il 24 novembre –  i lavori della VI Conferenza Nazionale sulla Formazione Continua in Medicina, organizzata dalla Commissione Nazionale ECM del Ministero della Salute, in collaborazione con Agenas.
“Con un piccolo sforzo – ha aggiunto Bianco – si potrebbe arrivare al 50% dei medici in regola con il conseguimento dei crediti, il che non è poco”.
Da gennaio a novembre 2014 sono stati in tutto 34.786 gli eventi accreditati, di cui 18.253 già portati a termine. La maggior parte (65%) dell’offerta formativa è rivolta ai medici, seguiti dagli infermieri (38%) e riabilitazione (25%). E i professionisti privilegiano sempre di più la Formazione a distanza, che si preannuncia essere la modalità di aggiornamento del futuro. “I risultati positivi non devono mettere in secondo piano le criticità – ha concluso Bianco -, ovvero la forte asimmetria tra le professioni destinatarie di formazione: dobbiamo aumentare l’offerta”.
Le prospettive future mirano alla semplificazione per l’accreditamento, puntando di più sulla qualità. Qualità assicurata anche dai controlli: sono state 260 le ispezioni effettuate nel 2014. Al centro dei lavori del Forum anche il Dossier Formativo, che sta finalmente entrando a regime dopo anni di sperimentazione: per incentivarlo, la Commissione ha recentemente deliberato di attribuire un bonus di quindici crediti ai professionisti che lo costruiranno e lo realizzeranno almeno al 70%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *