Per fare sostituzioni di medico di base e guardia medica è necessario aprire una partita Iva

da ENPAM

L’Agenzia delle Entrate ritiene che per svolgere l’attività di sostituzione del medico di medicina generale o di guardia medica sia necessario avere una partita Iva. Non è possibile quindi considerare queste attività come lavoro occasionale e farsi pagare con la ritenuta d’acconto.
A chiarirlo è stata la risoluzione n. 41 del 15 luglio 2020: se hai una laurea, hai conseguito un’abilitazione e chiesto l’iscrizione a un Albo, le attività tipiche di quella professione non potranno mai essere considerate occasionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *