Irap: verso l’esonero per i medici di famiglia

Data:
9 Ottobre 2012

 

«Forse questa è la volta buona».
È il commento con cui Carmine Scavone, vice segretario nazionale vicario e coordinatore della Commissione fisco della Fimmg, accoglie la notizia di un possibile alleggerimento dell’Irap per i professionisti privi di struttura organizzativa e di dipendenti nella delega fiscale all’esame del Parlamento.
Se l’ipotesi fosse confermata, i medici di famiglia potrebbero finalmente ottenere quella chiarezza normativa che da tanto tempo aspettano.
«Finalmente stiamo per raggiungere una soluzione definitiva e univoca» conferma Scavone. Infatti, sebbene una serie di sentenze, sia della Corte di Cassazione, sia dell’Agenzia delle entrate, si fosse in passato espressa in maniera favorevole all’esonero dei medici di famiglia dall’Irap, mancava ancora una definizione chiara del concetto di organizzazione autonoma (da cui l’assoggettamento all’imposta).
«Nel 2001» spiega Scavone «la Corte di Cassazione aveva demandato al Parlamento il compito, mai portato a termine, di fornire tale definizione.
Grazie alla delega, il concetto dovrebbe essere chiarito e quindi risulterà ovvio che lo studio del Mmg non è un’organizzazione autonoma: il personale di studio rientra tra le dotazioni previste dalla Convenzione.

Ultimo aggiornamento

9 Ottobre 2012, 06:52

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Powered by Cooperativa EDP La Traccia