Fecondazione assistita eterologa, il Lazio alza il limite di accesso a 46 anni

Una novità è arrivata dalla Regione Lazio: infatti le donne potranno accedere alla Procrezione Medicalmente Assistita (Pma) con donazione dei gameti femminili fino ai 46 anni, superando il limite precedente dei 43. Perchè è importante questo traguardo? Qual è la differenza tra omologa ed eterologa? L’agenzia Dire ne ha parlato con la dottoressa Annarita Pacchiarotti, responsabile del Centro di Procreazione Medicalmente Assistita (Pma) della Asl Roma 1.
Leggi l’articolo:
Latina News
Fecondazione assistita eterologa, il Lazio alza il limite di accesso a 46 anni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *